L’ESONERO DEL CANONE RAI E LA COMUNICAZIONE DA INVIARE ENTRO IL 31 GENNAIO

SERVIZIO-compilare-modulo-esenzione-RAI-VITERBO

Recentemente l’Agenzia delle Entrate è intervenuta consigliando di presentare entro il 31.12.2016 la dichiarazione sostitutiva attestante la non detenzione di un apparecchio TV in scadenza il 31.1.2017.

Ciò al fine di evitare l’addebito della prima rata del canone RAI nella bolletta emessa a gennaio 2017.

Nel caso in cui l’azienda fornitrice dell’utenza elettrica non sia stata “informata” dell’esonero del pagamento del canone RAI ed abbia addebitato nella fattura emessa a gennaio 2017 la prima rata, si rende necessario chiedere la restituzione di quanto “indebitamente” richiesto.

Come noto, la Finanziaria 2016 ha introdotto la presunzione legale in base alla quale la mera esistenza di un’utenza per la fornitura di energia elettrica, ad uso domestico con residenza anagrafica nel luogo di fornitura, fa presumere la detenzione di un apparecchio radio-ricevente.

Con il Provvedimento 24.3.2016 l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello di dichiarazione sostitutiva con il quale è possibile superare, ai fini dell’esenzione dal canone RAI, la predetta presunzione di detenzione.

Il citato modello può essere utilizzato esclusivamente dal titolare dell’utenza elettrica per uso
domestico residenziale al fine di dichiarare:

  • la non detenzione:
    − da parte di nessun componente della famiglia anagrafica;
    − in nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di un’utenza elettrica;
  • la non detenzione:
    − da parte di nessun componente della famiglia anagrafica;
    − in nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di un’utenza elettrica;
    di un apparecchio televisivo ulteriore rispetto a quello per cui è stata presentata, entro il 31.12.2015, un denuncia di cessazione dell’abbonamento radiotelevisivo per suggellamento;
  • che il canone RAI non va addebitato in nessuna delle utenze elettriche intestate al dichiarante, in quanto lo stesso è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata ad un altro componente della stessa famiglia anagrafica, di cui il dichiarante comunica il codice fiscale.

Il citato modello va utilizzato altresì per comunicare il venir meno di uno dei suddetti presupposti in base ai quali è stata resa in precedenza la dichiarazione sostitutiva.

Il modello in esame può essere presentato in ogni giorno dell’anno e produce effetti differenziati in base alla data di presentazione.

In particolare la presentazione della dichiarazione sostitutiva a mezzo del servizio postale ovvero in via telematica:

  • dall’1.7.2016 al 31.1.2017 ha effetto per l’intero 2017;
  • dall’1.2 al 30.6.2017 ha effetto per il canone del secondo semestre 2017.

Merita evidenziare che la Finanziaria 2017 (il testo è stato approvato in via definitiva ed è ora in corso di pubblicazione sulla G.U.) prevede, per il 2017, la riduzione del canone di abbonamento per uso privato a € 90 (in precedenza € 100).

Recentemente l’Agenzia delle Entrate con il Comunicato stampa 16.12.2016 ha specificato che, al fine di evitare l’addebito della prima rata del canone RAI 2017 nel mese di gennaio, è “consigliabile” presentare la dichiarazione sostitutiva in scadenza il 31.1.2017, entro la fine di dicembre.

Il modello in esame può essere presentato:

  • direttamente dal contribuente / erede tramite il sito Internet dell’Agenzia delle Entrate, se abilitato a Entratel / Fisconline;
  • tramite un intermediario abilitato.

Nel caso in cui non sia possibile la trasmissione telematica del modello, lo stesso può essere spedito, allegando la fotocopia del documento d’identità, anche a mezzo posta in plico raccomandato senza busta al seguente indirizzo:

Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino

Il modello, come specificato nel citato Comunicato stampa, sottoscritto con firma digitale. può essere altresì presentato tramite PEC all’indirizzo  cp22.sat@postacertificata.rai.it.

Scarica il modello di esonero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

160 Views