Start-Up

startup_vitIntraprendere una nuova attività produttiva è un’impresa che richiede grande impegno, molta concentrazione ed elevata capacità di analisi. Inizialmente si devono valutare le proprie competenze e conoscenze e poi valutare il prodotto o servizio che si vuole offrire. Successivamente, occorre analizzare il mercato per capire se si tratta di un settore in espansione, emergente o saturo, per comprendere se la propria idea risulterà vincente.

In effetti alcuni settori sono ormai desueti, spesso indeboliti dalla crisi o dalla concorrenza, più o meno leale, e in essi i margini di profitto sono quasi nulli. Il neo imprenditore deve essere in grado di capire le tendenze e le mode del futuro ancora prima che si verifichino, e deve riuscire ad interpretare alcuni segnali che possono dirgli quali saranno i gusti e le esigenze future dei consumatori.

La capacità di prevedere è normalmente una dote innata ma può, allo stesso tempo, essere sviluppata osservando e studiando esperti del settore e facendo ricerche sulle esperienze del passato sia nazionale che internazionali. Quindi, una volta determinato che il nostro prodotto/servizio è quello giusto, occorrerà porre le basi affinché il nostro business possa essere vincente e perdurare nel tempo.

A tal fine saranno necessarie:

  • Consulenza contabile: con lo scopo di preparare il progetto d’ impresa iniziale, fondamentale per la programmazione a 360 gradi;
  • Consulenza giuridica: necessaria per individuare la forma giuridica da dare alla propria attività e per gli atti da compiere per l’iscrizione nel registro delle imprese;
  • Consulenza organizzativa: per individuare la migliore struttura organizzativa adatta alla propria impresa che sia in grado di creare un ambiente produttivo, efficace ed efficiente;
  • Consulenza informatica: per valutare gli strumenti informatici necessari alla propria impresa;
  • Consulenza finanziaria: necessaria a capire se possiamo entrare sul mercato solo con le nostre disponibilità finanziarie e/o cercare capitali di terzi, valutando, nella seconda ipotesi, la strada e gli strumenti migliori da seguire.

Consulta la MINI GUIDA – SOSTEGNO ALL’IMPRENDITORIALITA’

Proponiamo:
AFFIANCAMENTO IN FASE DI IDEAZIONE, PRE-APERTURA, APERTURA E AVVIAMENTO DI RISTORANTI E LOCALI NEL SETTORE FOOD & BEVERAGE:

memorandum-imprenitoreAVERE UN OBIETTIVO
Chi non ha un obiettivo non sa dove sta andando, potrebbe essere una massima cinese un pò scontata, ma è molto importante. Se non decidete quello che desiderate ottenere dalla vita vi troverete Imprenditori senza motivazione, le conseguenze son pesanti.
ESSERE SEMPRE POSITIVI
Anche quando le cose vanno male non lasciarsi mai andare. E’ importante, quando cominciate a vedere nero fermatevi e ripensateci, la soluzione verrà fuori.
DISCIPLINA
Quando avete un obiettivo e siete sempre positivi diventa già più facile, ma molti sono gli imprevisti ed i problemi, per cui dovete sempre controllarvi per evitare di cadere.
THINK BIG
Pensare in grande, perché pensare in piccolo serve solo a restare piccoli. Ogni obiettivo che vi ponete deve sempre essere al di sopra di quello che appare ragionevole. Questo vi sprona in continuazione migliorando l’attinenza alle tre regole precedenti e, se ci arrivate ………
PIANIFICA
Una volta chiariti gli obiettivi diventa importante capire come arrivarci per questo è indispensabile pianificare facendo un Business Plan che vi consenta di evitare errori grossolani.
ANALIZZA IL MERCATO
Il mercato può fare la vostra fortuna o la vostra rovina. Se non lo analizzate correttamente potreste scoprirvi a vendere una Roll Royce in un paese sottosviluppato od una Panda agli sceicchi.
COMPARA IL TUO PRODOTTO
La concorrenza non ti permette di respirare, se il tuo prodotto è nuovo qualcuno ti imiterà, se il tuo prodotto già esiste qualcuno ha esperienza più di te. Compara i prodotti e decidi cosa fare.
IMPARA A VENDERE
L’anima del commercio deve essere in te, se non sai come vendere e soprattutto se non sei sicuro di quello che stai vendendo nessuno ti comprerà. Impara a vendere, se hai seguito i punti precedenti è solo una fatica in più.
FAI I BUDGET
Anche se i conti non piace farli a nessuno, è proprio per questo che molti falliscono senza nemmeno accorgersene. Scopri quali sono i tuoi costi fissi e variabili, aggiungi molte spese che non puoi prevedere e saprai quanto dovrai vendere se vuoi sopravvivere. E ricordati che spesso i soldi escono ed entrano in periodi diversi.
I CONTI DEVONO TORNARE
Ovvio, disse l’imprenditore prima di fallire …. La verità è che i conti devono tornare secondo il budget che avete fatto e se non tornano dovete saperlo per tempo e metterci una pezza. Come ? Lavorando il doppio se serve, e soprattutto impiegando tutta la vostra creatività.